Materiale imballaggio

MATERIALE PER IMBALLAGGIO: SCELTA DEL GIUSTO MATERIALE

L’imballaggio di mobili e di oggetti è uno dei momenti più importanti e delicati di un trasloco: un cattivo imballaggio può significare danni o rottura delle vostre cose durante il trasporto. In questa fase bisogna dunque essere molto attenti a quel che si fa e soprattutto a come lo si fa: per questo abbiamo pensato di darvi delle indicazioni e suggerimenti su come scegliere il materiale per l’imballaggio.

imballaggio

Di seguito un elenco di materiali per l’imballaggio facilmente reperibili presso negozi di cancelleria:

nastro da pacchi, in genere un paio di rotoli sono sufficienti, scatoloni per l’imballaggio di varie dimensioni, la dimensione più utilizzata per gli oggetti comuni è di larghezza e profondità 30 o 40 centimetri e altezza 40 o 50 centimetri. Servono anche scatoloni più grandi per il vestiario, l’ideale è di riuscire a fare stare gli abiti lunghi in piedi agganciando la gruccia a un bastone conficcato nella parte alta dello scatolone per l’imballaggio. Abbondate nell’acquisto di materiali per l’imballaggio, non sono mai abbastanza! Non serve che gli scatoloni siano esageratamente resistenti, uno tipo normale va più che bene: si avrà cura a non inserire troppi oggetti al suo interno. Non dovete poi dimenticare di comprare anche materiali per l’ imballaggio adatti alle cose più delicate (i bicchieri, i piatti, i vasi in porcellana ecc.): di solito vengono avvolti nel cartone ondulato oppure nel pluribol (il materiale plastico con le bolle d’aria scoppiettanti) che permette in modo superbo di proteggere piatti, bicchieri e qualsiasi oggetto fragile.

Procuratevi un pennarello indelebile per scrivere sul nastro da pacchi. Sono inoltre necessarie vecchie coperte, qualche cartone grande per imballare i mobili e varie funi per legare i mobili sul furgone.

Richiedi un contatto telefonico per il tuo trasloco

senza impegno e completamente gratuito